Certificazioni

Come vengono effettuate e cosa sono?

Col fine di rendere nota la comunità di tracciatori esaminati secondo lo standard CyberTracker, qui viene pubblicata una lista dei livelli "Leopard" raggiunti.

Il processo qui brevemente spiegato è stato sviluppato da Luis Liebenberg (fondatore di CyberTracker Conservation; www.cybertracker.org) ed è basato sulla valutazione dei principi fondamentali nel riconoscimento delle tracce. La certificazione è svolta attraverso un esame pratico sul campo e al candidato viene richiesto di dare una sua propria interpretazione dell'impronta individuata.

Il processo di qualificazione, oltre a determinare il livello di rigore e affidabilità del canditato tracciatore, si basa su una revisione oggettiva che sviluppa capacità ed accresce l'esperienza di tutti i tracciatori che ne prendono parte.

Le impronte che vengono selezionate da tracciatori esperti sono così divise in percentuale: 20% facili, 60% difficili e 20% molto difficili. I candidati possono raggiungere 4 livelli in funzione del numero di accertamenti e di errori.

L'altra certificazione riguarda l'inseguimento ("trailing") che si basa sul seguire le tracce dell'animale fino a localizzarlo. Vari sono gli aspetti che vengono valutati in questa prova: riconoscimento e anticipazione dele tracce, allerta, capacità di evitare eventi pericolosi per sè o per l'animale. Queste prove sono raccomandabili a professionisti e a coloro che hanno esperienza di campo.

Il successo del processo di qualificazione non dipende dal singolo individuo ma dalla relazione che si sviluppa all'interno di una comunità di tracciatori.

© 2020 Foto e Testi: Carmelinda Giannone e Toni Romani